Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: chiudere il separatore del bibo % di successo

chiudere il separatore del bibo % di successo 08/03/2009 00:18 #1

  • Baron Gautsch
  • Avatar di Baron Gautsch
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 560
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: -1
Ciao a tutti[:D]

parlando con i miei allievi abbiamo affrontato questo problema [;)]

che percentuale di successo ci diamo nell'operazione di chiudere il separatore del bibombola in caso di guasto con grave perdita di uno de i due erogatori (guasto di qualunque tipo: rotture o-rings, taglio fruste, continua del 2° stadio etc)[?]

vero che nei corsi tutti riusciamo (prima o poi) a chiudere quel benedetto rubinetto, ma la mia esperienza (azz! ma allora sto invecchiando veramente [:(][:(]..vabbè sarò più saggio [:)][:)] ) mi dice che tra il DIR ( a 6 mt) e il FAR (a 70 mt) ce ne passa, e quando 6 nei casini un tentativo andato a vuoto ti può far perdere la bussola più facilmente di quanto si creda [:(!][:(!]

Io come regola fondamentale che mi dò e che insegno ai miei allievi è l'ausilio del compagno [:D] niente di più facile x il buddy di dare un'occhiata alla perdita ed intervenire nel modo giusto. Lui è calmo (beh almeno dovrebbe), conosce la tua configurazione (deve) e la manovra da eseguire è banale.

Stima personale della mia % di successo..diciamo..90%..a seguito allenamento a rimuovere quasi completamente il gruppo se non dovessi riuscire a chiudere il separatore con qualche tentativo..ho ancora un 10% residuo di "casino nero" con cui fare i conti [xx(][xx(]

voi come state messi [?][?]

PS agli ottimisti: guardate che vi basterebbe un sottomuta più spesso per non arrivare più a raggiungere il rubinetto come invece facevate all'immersione precedente..quindi..OKKIO...[;)][;)][;)]
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

chiudere il separatore del bibo % di successo 08/03/2009 18:21 #2

  • kronio
  • Avatar di kronio
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 417
  • Karma: 0
Ciao Armando.
Io non ci arrivo manco morto, a meno di togliere il sottocavallo, slacciare il ventrale e tentare di chiudere.
Se dovesse esserci una rottura o un'autoerogazione prima di aver effettuato queste manovre avrei le bottiglie vuote..... senza aggiungere l'aggravante dello spavento.
Tengo le bombole separate e adopero la respirazione alternata.
Angelo
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

chiudere il separatore del bibo % di successo 08/03/2009 19:06 #3

  • Marcolman
  • Avatar di Marcolman
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 206
  • Karma: 0
Ciao a tutti,
credo che non esista una ricetta unica per insegnare a gestire questo spiacevole problema.
Le possibilití  che insegno sono queste:

1. Chiusura parziale del Mainfold che permetta il lento travaso dell'aria da una bombola all'altra, ma in caso di emergenza con un minimo movimento chiudo il rubinetto.
2. Installare una prolunga flessibile che ci domandi il rubinetto e fissata al corugato sara di facile e immediato comando.
3. Bombole capovolte e cioè con nrubinetti in basso come fanno in speleo.

Credo che ognuno di noi nel corso della sua formazione o meglio con la maturazione di una certa esperienza possa valutare e sempre trovare quale sia il modo migliore.
Personalmente ritengo invece molto importante eseguire ongi immersione esercitazioni con la chiusura e l'apertura dei rubinetti, per avere una manualita e conoscienza perfetta della procedura.

Scusate se mi sono dilungato.
Buona serata

Marco

State sereni
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

chiudere il separatore del bibo % di successo 08/03/2009 20:26 #4

  • megaro
  • Avatar di megaro
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 235
  • Karma: 0
ciao a tutti
io uso bibo separati, in TMX il 18+18 e ad aria il 10+10.
Con il 18 arrivo a prendere i rubinetti,[:)] ma con il 10 non riesco manco a toccarli.[V][V]
In questo modo in caso di guasto[:(!][:(!] si svuoterebbe una bottiglia,ma con l'altra esco tranquillo[:p][:p]

ciao
Angelo
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

chiudere il separatore del bibo % di successo 08/03/2009 20:44 #5

  • egidio
  • Avatar di egidio
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 300
  • Karma: 0
<font color="yellow">Ciao Marco, Armando, Angelo 1 e 2,
Ciao a tutti,
Personalmente sono un sostenitore delle bombole completamente separate.
Porto un esempio:
tempo fa, durante un'immersione in tx con un amico, eravamo appena arrivati sul fondale prefissato a poco più di 90 mt (lago, buio completo, visibilití  scarsissima), quando a lui (con bibo separato) è andato in autoerogazione un secondo stadio. Abbiamo una procedura collaudata attraverso la quale, a segnale preciso della vittima del fastidioso evento, il compagno chiude immediatamente il rubinetto della bombola in questione. Mi trovavo a "tiro di braccio" e sono intervenuto immediatamente mentre lui, consapevole della ridondanza della nostra attrezzatura, allontanava dal collo l'erogatore in continua, respirando tranquillamente dall'altro. Il mio intervento di chiusura completa del rubinetto, dal segnale del mio compagno, si è concluso in circa 8-10 secondi (stimati da noi). Il mio compagno aveva controllato poco prima la pressione delle bombole, che era circa di 160 bar in entrambe. Dopo il mio intervento abbiamo controllato l'ammontare della perdita. La bombola in questione (15 lt) conteneva meno di 20 bar. Cosa sarebbe successo se io mi fossi distratto o fossi stato spostato da lui, anche di 3-4 metri e lui avesse avuto il bibo con separatore aperto, e preso dalla situazione non fosse riuscito a fare le famose manovre che alcuni nostri carissimi amici chiamano "valve drill e safety drill" ? Sarebbe rimasto, dopo circa 20-25 secondi senza miscela di fondo. Si sarebbe potuto attaccare alla mix di trasporto, tradizionalmente normossica per un tuffo come questo, 10-12 lt. Tralasciamo la questione PpO2 ...

Durante i corsi tecnici, in particolare corsi istruttori, spiego e dimostro la funzionalití  di tutti i sistemi di configurazione lasciando all'allievo la possibilití  di valutare razionalmente la soluzione che più si addice al suo tipo di immersione. Fermo restando che il bibo separato offre, secondo il mio parere personale, il miglior compromesso dal punto di vista della sicurezza. Se ho pianificato attentamente la mia immersione ed ho monitorato costantemente i consumi, non posso avere sorprese. Nonostante la completa perdita di uno di uno dei gas, riuscirò certamente ad uscire seguendo i piani programmati in piena autonomia, interrompendo immediatamente l'immersione e risalendo tranquillamente .... verso la superficie.

Il sistema della derivazione del manifold con prolunga sul petto può essere interessante, fermo restando che vado ad aggiungere un'ulteriore ammennicolo che potrebbe essere fonte di stress e di guasto nella movimentazione.

Il bibo capovolto, nonostante le protezioni sul collo delle bottiglie, resta molto scomodo da indossare e movimentare.

Se non utilizzo bombole di fase, per una completa gestione delle emergenze da perdita di gas (vedi immersioni sotto al ghiaccio o altre condizioni molto particolari come spazi ridotti che impediscono anche al compagno di intervenire), meglio usare una configurazione all'inglese con bombole montate sui fianchi (tipica speleo per i laminatoi), che non ha nulla a veder con il posizionamento delle bombole deco nelle immersioni tecniche.
Ci sarebbero mille cose da scrivere, io comunque sono contrario a ogni forma di bibo comunicante, a meno che non si stia andando a fare una passeggiata ricreativa ... dove però anche il sistema separato non guasta comunque ...
Evito di dilungarmi parlando della robustezza del sistema separato, soprattutto se il trasporto dell'attrezzatura avviene in luoghi accidentati o attraverso paranchi o teleferiche (ambiente speleo), o semplicemente sbattendolo su e giù dalla barca e dalla macchina con la possibiltí  di creare delle microfratture nel filetto del separatore che viene sollecitato meccanicamente, in quanto non appoggierò mai contemporaneamente, con la stessa forza e in orizzontale le bombole,
Scusate se sono stato prolisso

Un carissimo salutone a tutti</font id="yellow">
Egidio Roncon

TSA Trimix Instructor Trainer - Technical Cave Instructor Trainer
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

chiudere il separatore del bibo % di successo 09/03/2009 09:21 #6

  • ling
  • Avatar di ling
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 372
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 0
Io, che sicuramente sono meno esperto di voi ma che nel contempo utilizzo il bibo con manifold da una vita, opero in questo semplice modo: tuffi in aria separatore aperto di 1/2 giro, tuffi in tx separatore chiuso. Naturalmente controllo minuzioso dell'attrezzatura per evitare la possibilití  di rotture di fruste ed oring mentre per evitare l'erogazione continua utilizzo di secondi stadi (come gií  detto in altro post) con regolazione da tenere sempre al minimo quando non si utilizza o ogni volta che si cambia.
Per facilitare la manovra monto le fascie un pò piu basse rispetto all'ogiva ed inoltre per agevolare la stessa generalmente mantengo poco stretto il sottocavallo dopodichè all'occasione in orizzontale dò un colpo di schiena in modo da portare il bibo più vicino alla testa. La manovra resta sempre difficile per un vecchietto come me, ma ci riesco in un tempo di limitata perdita d'aria e per il solo 1/2 giro, se dovessi chiudere tutto il rubinetto sarebbero dolori.
Ciao.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.040 secondi

Traduttore