Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: PpO2 e immersioni

PpO2 e immersioni 12/02/2008 09:31 #1

  • Lorenzo
  • Avatar di Lorenzo
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1566
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 3
Eccoci!
Affrontiamo uno dei discorsi "scottanti".
TSA richiede una PpO2 max di 1.4 in "fase operativa" e di 1.6 in fase deco.
Per immersioni particolari per fondo/tempi/freddo/visibilití /etc, si suggerisce di togliere 0,5 per ogni fattore critico...
I valori sono, ovviamente - trattandosi di didattica "sportiva, seppur tecnica- prudenziali.
Il mio parere da sub della domenica? In fase operativa, cerco di stare anche sotto la PpO2 indicata, in deco sto molto attento a mantenere la quota/PpO2 di 1,6.
Le immersioni che faccio io, mi danno valori di OTU e di CNS ridicoli, ma io sono un pavido, tengo famiglia e vado in acqua solo per divertimento...
A voi il pallino...
Ciao. Lorenzo
Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

PpO2 e immersioni 12/02/2008 13:33 #2

  • superembolo
  • Avatar di superembolo
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 448
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
ciao lory, non sono d accordo perchè secondo me la p.p. dell ox può essere cambiata a seconda di quello che devo fare. Cerco di spiegarmi meglio. Se faccio una sola immersione durante il giorno anche a 90 o più in condizioni ottimali es. foto e non devo fare tempi lunghissimi posso portarla tranquillamente a 1.6(difficilmente sul fondo la p.p. della mia mix supera 1.2) se faccio due immersioni (o meglio so che devo fare due immersioni)anche se una a 90 e l altra più bassa secondo la vs didattica devo tenere una p.p. dell ox in entranbi i casi a 1.4? perchè?non conviene stare più bassi per evitare problemi in fase dec? per quanto riguarda la p.p. in deco mi trovi d accordo(dicono che abbia i suoi effetti migliori) ma non ti sembra giusto dire che anche se respirato a 2.8 per 3 cicli 15 Ox 5 Aria le convulsioni vengono raramente?(Sempre tenendo conto del tipo di immersione fatta e del perchè lo faccio).Certo tu mi dirai una convulsioni con kirby la racconti(forse) con la maschera ho i miei dubbi, altra domanda(la faccio a te perchè sei vecchio ), come insegnate a gestire un iperossia in acqua con perdita dell erogatore? non voglio fare il c......ne voglio capire i vs sistemi. Ora io vado al porto con il bimbo ci sentiamo stasera ciao
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

PpO2 e immersioni 12/02/2008 14:35 #3

  • Lorenzo
  • Avatar di Lorenzo
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1566
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 3
Ciao,
i manuali ci insegnano che determinate condizioni (stress/lavoro, etc) riducoino la tolleranza ad elevate PpO2.
E' per questo motivo che la PpO2 della mix di fondo dovrebbe tenere conto di questi parametri. E lo stesso dovrebbe accadere in fase deco, stando ai manuali.
Gli standard TSA non prevedono immersioni trimix ripetitive (guarda caso c'è una discussione a parte).
Avendo frequentato una camera iperbarica, so che si possono fare cicli di O2 a Pp elevate, ma lí¬ si sta a secco. Non mi azzarderei mai a fare una cosa simile, soprattutto con in bocca un erogatore; in questo caso le convulsioni lascerebbero ben poche speranze, procedure o non procedure, ammesso che ce ne siano di valide in questo caso.
Ciao. Lorenzo
Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

PpO2 e immersioni 12/02/2008 17:51 #4

  • superembolo
  • Avatar di superembolo
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 448
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
giusto,stress e fatica aumentano la possibilití  di iperossia ma devi avere mix con % di Ox sup a 1.4. In verití  ti dico che su immersioni in aria magari intorno ai 65 70(non più fonde se serve uso Mix)mi sono trovato a respirare ox in deco gia a 2.2 (più di una volta) e sono sicuro che ti aiuti tanto il fatto di essere consapevole che la cosa si può fare senza necessariamente andare in iperox,quindi,in questo caso parlo da profano. Ti sembra giusto non mettere a conoscenza chi fí  questi corsi del fatto che l ox è si pericoloso a p.p. elevate ,ma si può uscire di molto dagli standar ,senza farsi necessariamente male?Sei d accordo con me nel dire che se due subacquei sportivi fanno la stessa immersione,e per qualche motivo vanno fuori curva di 5 o 6 minuti ,se uno è stato preparato come da standard, e l altro magari da me(non perchè sono più bravo)ma perche si forma convinto che le tabelle sono per tutti, se sfora di poco difficilmente avrí  problemi, se succede in forma lieve o ai dubbi respira ox,molto probabilmente il primo avvertirí  qualche formicolio o mal di testa e il mio la sera ví  a ballare?non parlo per sentito dire mi è successo con un diving in sardegna.Immersione 30 metri la guida giustamente ha dato 20 minuti di fondo,io con mia moglie e un altra coppia siamo stati 30min. poi in barca senza dec(per me è normale). L altra coppia ci aveva seguito e aveva finito aria(io avevo ma ognuno per se e dio per tutti)all uscita i computer anno iniziato a suonare, io e mia moglie messo nel secchio,loro male fino a sera e volevano portarci in ospedale. Non da da pensare?Il giorno dopo nessuno aveva niente,ma loro avevano chiamato il loro istruttore che gli consigliava di non andare in acqua.Queste sono le cose che dovrei insegnare?
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

PpO2 e immersioni 13/02/2008 09:17 #5

  • Lorenzo
  • Avatar di Lorenzo
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1566
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 3
Come spesso accade è un problema di conoscenze e di come si usano.
So che per determinate immersioni, seppure per tempi molto brevi ci sono procedure deco che prevedono PpO2 superiori a 1,6, e chi le fa regolarmente, utilizza questa procedura (per me sono immersioni fuori range).
L'istruttore DEVE insegnare ALMENO gli standard del corso, poi se è bravo e ha tempo, fornisce tutta una serie di conoscenze in più, dettate da esperienza, maggiori informazioni e via dicendo.
Lo stesso accade nei corsi rec. Gli standard dicono che se si esce di curva, si DEVE fare deco. POi posso anche cercare di far capire che 1' di deco in più o in meno non cambia la vita, in linea di massima, ma che è comunque meglio farne 1 in più che 1 in meno...[;)]
E' però ovvio che nessun istruttore può insegnare a "strafare", al massimo può aggiungere delle informazioni che se ben gestite possono aiutare a togliersi dai guai.
Però, questo discorso esula un po' dal discorso PpO2, per quanto interessante.
Lorenzo
Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

PpO2 e immersioni 13/02/2008 09:25 #6

  • roche
  • Avatar di roche
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 457
  • Karma: 0
un carissimo amico che ogni tanto si fa un giretto con ARO qualche puntata a 12 la fa.
e concordo che su tuffi (fondi) aria una ciucciata a 9 (o a 12) non fa sicuramente male, anzi da una bella botta all'azoto.

Poi effettivamente le tabelle se sono state fatte uno scopo l'avranno, ma basta osservare le differenze fra i diversi computer: un paio di week end fa con Ammiraglio siamo andati in liguria e abbiamo fatto un tuffo ca 50 mt x 40' (10 sotto i 40 e 20' fra 30 e 40). 20' di deco, ma un computer (sunto) mi dava l'ok 5 min prima dell'altro..

se gli algoritmi sono stati fatti basandosi sulle tabelle, vuol dire che ci sono tabelle differenti!!!

basta vedere quella US e quella PADI..
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.070 secondi

Traduttore