Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: miscela da viaggio e break air

miscela da viaggio e break air 17/07/2011 14:07 #19

  • SoH
  • Avatar di SoH
  • OFFLINE
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 56
  • Karma: 0
Ciao Paparus
mi dispiace per le tue ernie, e' curioso che ti abbiano creato parestesie ad entrambi gli AAII, generalmente le protrusioni sono postero lat quindi il sintomo dovrebbe essere omolaterale alla erniazione. Controllale e attento al bibo.
La mia poca convinzione nasceva proprio dal GF low un po' ''alto'' , con l' uso dell' elio abbasserei (sono discorsi da forum ovviamente) a 10 ( anche 5), proprio per il discorso del contenimento del diametro .

Se pero' ragioni in termini di raggio critico stai ragionando secondo un modello a bolle e non tissutale, prova a scaricarti qualche programma gratis con il vpm e a giocarci un po (webspace.webring.com/people/fv/vpmopen/download.html tanto per darti un link)
Ciao

Ciao
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

miscela da viaggio e break air 17/07/2011 16:40 #20

  • paparus
  • Avatar di paparus
  • OFFLINE
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 33
  • Karma: 0
<div class="quote"><i>Messaggio di SoH</i>
<br /><font color="red">Ciao Paparus
mi dispiace per le tue ernie, e' curioso che ti abbiano creato parestesie ad entrambi gli AAII, generalmente le protrusioni sono postero lat quindi il sintomo dovrebbe essere omolaterale alla erniazione. </font id="red">

ciao paolo
questo aspetto non era stato minimamente sfiorato.
al prossimo controllo farò senz' altro presente la tua osservazione.grazie della dritta


<font color="red">Se pero' ragioni in termini di raggio critico stai ragionando secondo un modello a bolle e non tissutale </font id="red">



verissimo. il discorso è che, per me, è più maneggevole, percepibile, quantificabile, un ragionamento fatto sulle variazioni di gradiente in termini di effetti di quest' ultime sui tessuti e sui gas (almeno, questa è la mia illusione), che non riuscire a comprendere cosa succede e di quanto cambia la situazione se ragiono con raggio critico, volume critico, gamma, ecc.., mi sembrano concetti più evanescenti e più difficili da tradurre in pratica.
per questo mi rifugio dietro le ampie spalle del prof. bulhmann....

grazie per il link, ci giocherò e vedrò di capirne qualcosa in più

buona giornata

</div class="quote">
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.041 secondi

Traduttore