Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: il soccorso in config tecnica

il soccorso in config tecnica 16/06/2010 08:53 #31

  • SoH
  • Avatar di SoH
  • OFFLINE
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 56
  • Karma: 0

L' idrocuzione (shock termico) e' causata proprio dalla eccitazione del nervo vago , con conseguente perdita di conoscenza (sincope), il sub infortunato era invece coscente.

E' ovviamente piu' facile fare diagnosi all'asciutto, diverso vivere condizioni di reale pericolo dal vivo. Trovo fondamentale lo scambiare esperienze, pessimo il giudicare

Riverisco Paolo

L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

il soccorso in config tecnica 16/06/2010 17:18 #32

  • darcan99
  • Avatar di darcan99
  • OFFLINE
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 34
  • Karma: 0
<div class="quote"><i>Messaggio di occhiclaudio</i>
<br />...cosa dice il manuale????probabilmente è il cuore che fa fede si risale e credetemi non è cosí¬ semplice svuotare il gav,regolare la stagna,ventilare giusto mentre senti l'altro che stí  andando...non ci sono "banane" esci e più in fretta che puoi...
</div class="quote">

occhiclaudio,
sono pienamente d'accordo con il tuo intervento , è quello che ho ipotizzato anch'io nei post precedente, purtroppo in questi casi il tempo è tiranno e non ci si può permettere cambi gas in risalita, soste, lanci di pallone etc, riesci a malapena a reggere l'erogatore all'infortunato ed a gestire le 4 fonti d'aria (mio gav, suo gav, sua stagna, mia stagna).
Poi se è il cuore a comandare in questi casi, te ne freghi della camera iperbarica o dei rischi che anche tu stai correndo.

Purtroppo la sfiga o l'errore umano è sempre in agguato e non c'è addestramento o esperienza che possa metterti al riparo da tutto, l'importante è agire ed evitare il panico (come hai fatto tu) anche quando si ha il cuore in gola

ti ringrazio per averci fatto partecipi della tua drammatica esperienza, per me è sicuramente un punto di riflessione
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

il soccorso in config tecnica 17/06/2010 09:04 #33

  • occhiclaudio
  • Avatar di occhiclaudio
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 16
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
Caro poseidon,non mi prolungo nella discussione,non dovrebbe nemmeno esserci,era solo un'esperienza andata a buon fine da condividere con altri sub tutto qui ,poi c'è quello che sí ...quello che te l'avevo detto ...quello è non bisogna...bravo ..Io posso dire di aver portato fuori una persona e di vederla ancora come prima...i commenti sai quanti ne ho sentiti da parte di tutti quelli che ne sanno una più del libro....Spero di incontrarti sul garda ,il mio nome lo sai ,sono a Torri tutti i fine settimana e anche infra-settimana.Ho un defender bianco,fatti vivo ;poseidon,magari a voce ci spieghiamo meglio.Non mi sono offeso ,ma penso che passerí  ancora tanto tempo prima che mi venga in mente di mettermi alla tastiera.Grazie a tutti.Claudio
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

il soccorso in config tecnica 17/06/2010 09:28 #34

  • Baron Gautsch
  • Avatar di Baron Gautsch
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 560
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: -1
Grazie Claudio per la testimonianza che hai reso, molto forte sia in termini situazionali che emotivi. Assolutamente felice che tutto sia andato per il meglio.

Non ti offendere[:)], gli amici del forum, parlano, se posso permettermi di interpretare il loro scritto, con la mente a tragici inicdenti avvenuti anche per vere e proprie banalití ,inesperienza o assurde scelte di istruttori "troppo ottimisti" (passatemi l'eufemismo![:(!])

Sicuramente non è stato il tuo caso. Il pericolo in profondití  e in acqua gelida è dietro l'angolo (un attimo che faccio gli scongiuri che domani finisco il corso a Dario al lago di castelgandolfo -90mt).
La prevenzione, la preparazione, il "gioco di squadra" sono alla base della nostra sicurezza. Certo parliamo di sicurezza "relativa" perchè un grado di rischio ingestibile esiste ed esisterí  sempre a quelle profondití .

1 sola parola sull'alternanza dell'erogatore: sono un pò nel guado, da un lato come sicurezza delle scorte di gas e indipendenza del subacqueo nemmeno si discute a parere mio[;)], dall'altro certi rischi di inalazione di acquea gelida a grande profondití  mi fanno pensare [}:)] a tutt'oggi in alta profondití  preferisco la gestione del team: il compagno interviene se serve e chiude il manifold [:)]
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

il soccorso in config tecnica 17/06/2010 12:36 #35

  • requin
  • Avatar di requin
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 634
  • Karma: 0
Ciao a tutti [:)]
Mi associo ad Armando che saluto cordialmente [:)]
Caro Claudio anche io ti voglio ringraziare per quanto hai scritto, perchè per far conoscere i "guai" che abbiamo passato ci vuole fegato e tu ne hai da vendere.
Raccontare certe verití , per trasmettere agli altri le proprie esperienze, affinchè possano trarne eventualmente utilití  è cosa davvero nobile e, come ho gií  detto molto difficile.
Grazie, bravo e complimenti.
Non me ne voglia l'amico Lino che, a mio modesto avviso, certamente non voleva essere polemico e comunque sicuramente non voleva riferirsi al caso di Claudio ma a determinate situazioni che a volte succedono per inesperienza e, carissimi amici, non lo conosco personalmente ma non è il caso di Claudio Occhi.
Pure io ho avuto un problema di cui, anche se scherzosamente, ho scritto in passato nel Forum.
Mi sono bevuto mezzo lago in un cambio gas a 75 metri perchè (e qui casca l'asino che nel caso specifico sono io) mi ero fatto aiutare ad indossare l'attrezzatura e la frusta del Jet Stream che tenevo al collo era messa male e l'erogatore rimaneva inclinato e, come è noto, se non è perfettamente orizzontale tira acqua.
Grazie a Dio sono riuscito a cacciare giù l'acqua nello stomaco e non ho avuto problemi alla glottide, ma ho visto i sorci verdi, sono finito da 75 ad 80 su un fondo di 100 in un sito che per fortuna conosco bene; ho tenuto dritto con una mano l'erogatore e, senza toccare il gav, ho raggiunto la parete a 75 dove mi sono appoggiato ed ho cambiato erogatore.
Naturalmente la "macchina" del nostro Team è scattata immediatamente e mentre io ero preso dai "casini" insorti solo per colpa mia (un'altra volta mi arrangio da solo o controllo meglio il tutto prima di tuffarmi) i miei compagni si sono accorti subito e mi erano vicini ma io, solito vecchio testone, ho voluto fare tutto da solo (e per questo in superficie mi hanno "cazziato" a dovere), salvo la sistemazione la frusta messa male che autonomamente non riuscivo a sistemare.
Comuque sono stato un bel minuto appoggiato alla parete per farmi passare "lo sturbo" che mi era venuto ingoiando mezzo bicchiere di acqua a 6 /7 gradi.
Devo dire che, grazie a Dio e all'esperienza (qui l'etí  aiuta) non ho avuto alcun momento di panico o paura e ho tenuto la situazione sotto controllo, ma sono davvero momenti difficli.
Come sempre ho scritto un poema.
State bene e ... grazie Claudio della importante testimonianza e non avertene per la reazione di Lino che è una Persona moderata e certamente si riferiva al malcostume che "serpeggia" nella nostra attivití  e non al tuo caso.
Salutissimi [:)][^][;)]
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

il soccorso in config tecnica 17/06/2010 14:26 #36

  • occhiclaudio
  • Avatar di occhiclaudio
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 16
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
Grazie a tutti ,ci si vede sul garda ,........se volete.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.060 secondi

Traduttore