Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3

ARGOMENTO: La "cattedrale".

La "cattedrale". 30/06/2017 09:00 #1

  • manetta
  • Avatar di manetta
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • who dares wins
  • Messaggi: 464
  • Ringraziamenti ricevuti 10
  • Karma: 0
Così abbiamo cominciato a chiamare, tra amici "di nascosto", questo spettacolare tratto di parete in località .... assolutamente segreta :P ( neanche sotto tortura rivelerò le coordinate per trovarla :lol: :lol: ).

Là sotto a volte... ci si strabilia quando meno ce lo si aspetta. Nei miei peregrinaggi a medio lungo raggio in aria, avevo cominciato a capire quanto fosse bella ed interessante, gli amici armati di scooter ne hanno avuto la conferma, potendo andare più lontano, fondi ed a lungo. Finora nessuno era mai sceso oltre i 60/65, in aria ed i commenti erano sempre gli stessi : " più scendiamo e più è bella, sembra non finire mai ..." . Ho deciso che prima o poi ci avrei fatto una puntata fonda, in Tx, per vedere se ne valeva la pena o se, come spesso accade, la parete terminava dopo pochi metri nel fango. Unico "problema", la distanza dal primo punto "comodo" di entrata in acqua: da 400 a 700 metri, a seconda ... diciamo un 40 minuti di nuoto sommerso carico di bombole ... . Più di una volta mi avevano proposto di andare a traino, ma non avevamo mai concretizzato. L'altro giorno ho preso al volo l'invito (ero già convinto di andarci a nuoto...) dell'amico Bruno ed ho scroccato un passaggio ( ripagato con un lunghissimo e noiosissimo video :whistle: ).



Nel bibo avevo una giglette ( o "schifomix") residuo del tuffo del giorno prima al tubone ( questa è stata la terza immersione fonda in Tx in 4 giorni, la quarta in 7 giorni ... non ho mezze misure ! :woohoo: ) che mi permetteva di "rubare" quei 6/7 metri di quota rispetto a Bruno che era in aria, poi una S80 di 15,5/34,5/50 ( così è venuta fuori aggiustandola con l'aria dopo i tuffi dei giorni prima), la "solita" S80 di Nitrox 50 e la 7 litri di O2. Avevamo previsto di andare giù intorno ai 50/60, una volta arrivati sul posto, e poi ( ad un certo valore di tempo e di pressione nel bibo...) io avrei preso contatto col Tx e me ne sarei andato giù a vedere, massimo 80/85 ... ho sforato di un paio di metri :side: .



Fatti 15 minuti di traino alla massima velocità, ad una quota costante di -10, e poi giù nel fango ( i primi 30 metri sono insignificanti) a cercare il punto giusto che inizia subito dopo una parete totalmente differente. Quel tratto bianco è incredibile, sembra uno specchio per come riflette la luce e per la trasparenza dell'acqua, siamo praticamente in mezzo al lago. Purtroppo durante il traino si dev'essere spostato il caschetto perché le riprese non sono "ben centrate", poco male ci tornerò da solo con calma ... per questa volta va bene così. Una volta staccatici io sono sempre andato a pinne, mentre Bruno quasi sempre a motore, coprendo una distanza totale di circa 700 metri di nuoto. Ci siamo ritrovati 11 minuti dopo a quote differenti, ma il contatto visivo con le luci lo avevamo già prima ... c'erano almeno 20 metri di visibilità :ohmy: . Lì sotto non c'è fondo ... a parte un terrazzino pochi metri sotto la max quota raggiunta, la parete scende quasi verticale nel più assoluto nero cristallino fin dove la luce squarcia il buio. Sicuramente scende ben oltre i -100, in quel punto. Secondo le cartine in mio possesso lì vicino si dovrebbe arrivare a 150/200 ... . Bisognerà farci un tuffo fondo e lungo, prima o poi ... .

Ho corso per vestirmi, che Bruno era già pronto, ero un attimino "stanco" dai giorni prima, l'acqua a -10 era calda, i primi metri nel fangone con la sospensione ... mi sono rilassato solo sul fondo e poi in risalita :silly: .





P.S. per Lorenzo ... se proprio vuoi vedere il video preparati al mal di lago :sick: ( :lol: :lol: :P ), che io in acqua mi muovo, vado piatto, a testa in giù, di fianco, in verticale, a pancia in aria ... a seconda. Uomo avvisato ... ;)




mai strach


l'Uomo non può scoprire nuovi oceani, se non trova il coraggio di perdere di vista la riva.



HElio, O2lio e peperonciN2o
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La "cattedrale". 30/06/2017 10:31 #2

  • Lorenzo
  • Avatar di Lorenzo
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1575
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 3
In effetti ho preso un travelgum prima di vedere il video... Ci sono momenti in cui si fa fatica a capire dove siano il sopra/sotto/destra/sinistra... Ma me ne farò una ragione...
Il posto si trova nel maggiore, vero?
Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La "cattedrale". 30/06/2017 11:12 #3

  • manetta
  • Avatar di manetta
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • who dares wins
  • Messaggi: 464
  • Ringraziamenti ricevuti 10
  • Karma: 0
Eehhh ... ne sai una più del diavolo, tu. ( il travelgum... ihihih).
Potresti "allenarti" guardando i video dei paracadutisti ma temo che il travelgum non sia sufficiente il quel caso ... lì si che si gira.... B) ... non per cuori deboli, stomaci delicati, animi gentili ... :evil:

Nel Maggiore ....? Uhmmmm, fammici pensare .... forse ( :P ), ma non è quella parete che pensi ( dove, in teoria, è proibito immergersi dal 2008) ... è molto meglio. Solo più difficile/scomoda/faticosa da raggiungere. Quell'altra, invece, sarebbe il massimo della comodità, ma ... .
mai strach


l'Uomo non può scoprire nuovi oceani, se non trova il coraggio di perdere di vista la riva.



HElio, O2lio e peperonciN2o
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La "cattedrale". 06/07/2017 12:23 #4

  • manetta
  • Avatar di manetta
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • who dares wins
  • Messaggi: 464
  • Ringraziamenti ricevuti 10
  • Karma: 0
E insomma... ci sono ritornato! Detto e fatto.

Sarà stato che ho dovuto rinunciare al laghetto in quota causa maltempo, o che la profonda di sabato mi ha lasciato l'amaro in bocca causa visibilità molto, ma molto scarsa ( dopotutto, dopo una settimana di temporali ...), o semplicemente, che non vedevo l'ora di farlo. Sono fatto così, un entusiasta, una testa dura. Vero è che mi basta stare in acqua comunque, ma, se posso, preferisco avere qualcosa di "particolare" da fare, scoprire nuovi limiti personali, andare oltre. Non mi è mai piaciuta/bastata la "vita tranquilla", subacquea compresa.

Mi sono caricato per benino ( il "solito" D12 , 2 S80 e la 7 litri) e sono partito da riva, rigorosamente da solo, per trovare la via "alta" per raggiungere la parte "bassa" della bianca parete, " la Cattedrale". Da sotto ci ero già arrivato facendo lunghe permanenze, e lunghe deco, a quote prossime ai -50, in aria, ma è impensabile nuotare per 30/40 minuti a -50 in aria per poi passare al Tx. e scendere fondo, oltre i -90. Sarebbe stupido, pericoloso e assurdamente scomodo e faticoso, sopratutto in C.A. e senza DPV. Quindi, se voglio "esplorare" la bianca parete oltre gli -87 già raggiunti, devo arrivarci relativamente poco stanco e avendo assorbito la minor quantità possibile di gas, che già così sarebbe un'impresa non da poco.

Dopo aver fatto 37' di nuoto a -6mt sono riemerso per verificare il punto e poi altri 5' di nuoto prima di cominciare a scendere e cercare la parete bianca. Intorno a -42, mentre costeggiavo la scura e cupa parete che precede "la Cattedrale" , sono stato investito da una fitta nuvola di finissimo sedimento = visibilità ridotta a 0, massimo 50/60 cm ! La cigliata sopra quel tratto di pareti, che iniziano intorno ai -30/35, è ricoperta da uno spesso strato di limo, basta un niente e ... nebbia fitta! Magari un natante ha gettato l'ancora, o un grosso motoscafo è passato veloce sotto costa, o ... un pescatore stà pescando a strascico ( la mia più grande "paura" in quel momento, il pericolo maggiore). Quella parete si presta , purtroppo, molto bene a trattenere le reti e spesso le si trova impigliate, ergo ... massima attenzione, calma e sangue freddo.

Fisicamente non ero al massimo delle mie attuali possibilità, diciamo al 70/80 %, eppure l'immersione è andata a buon fine senza un particolare affaticamento, nonostante i 1.300 metri, circa, percorsi a forza di pinne. Ergo ... è fattibile !

La profonda in Tx. , in quel punto, è alla mia portata. Ovviamente dovrò essere al 100%, ben allenato e trovare la stagione giusta, perchè dopo 41' di nuoto con l'acqua a 24°, passare ai 7° del fondo belli sudati ... FREDDO! :woohoo:


Dovrò, anche , portarmi una bombola in più , cioè 4 di fianco, ma questo non è un problema, basta allenarsi, la bombola c'è.
Forse, in futuro ... .




mai strach


l'Uomo non può scoprire nuovi oceani, se non trova il coraggio di perdere di vista la riva.



HElio, O2lio e peperonciN2o
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La "cattedrale". 06/07/2017 13:29 #5

  • Paolino79
  • Avatar di Paolino79
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 382
  • Ringraziamenti ricevuti 3
  • Karma: 2
Sempre sul pezzo Andrea!!
:cheer:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

La "cattedrale". 06/07/2017 14:34 #6

  • manetta
  • Avatar di manetta
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • who dares wins
  • Messaggi: 464
  • Ringraziamenti ricevuti 10
  • Karma: 0
Ci si prova ... :whistle:


Dimenticavo:
R.T. 125'
I.C.S. in immersione 18l lt/min ( nonostante la pinnata ... a pieno carico)
I.C.S. in deco 11 lt/min ( dopo tutta quella strada, stavolta negli ultimi 6 metri sono rimasto bello immobile, o quasi)
mai strach


l'Uomo non può scoprire nuovi oceani, se non trova il coraggio di perdere di vista la riva.



HElio, O2lio e peperonciN2o
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3
Tempo creazione pagina: 0.045 secondi

Traduttore