Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: affanno in profondità

affanno in profondití  07/11/2010 20:33 #7

  • Apneist
  • Avatar di Apneist
  • OFFLINE
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 95
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
<div class="quote"><i>Messaggio di massimo soddu</i>
<br />personalmente quando mi capita di avvertire i primi sintomi di affanno mi fermo,mi concentro sul respiro ma non risalgo di quota.Io mi trovo bene cosi' ma ci sono mille modi per risolvere i problemi,bisogna solo scegliere quello che a noi sembra il piu' sicuro.
Da non sottovalutare il tipo di attrezzatura utilizzata.
</div class="quote">
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

affanno in profondití  07/11/2010 20:39 #8

  • Apneist
  • Avatar di Apneist
  • OFFLINE
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 95
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
<div class="quote"><i>Messaggio di massimo soddu</i>
<br />personalmente quando mi capita di avvertire i primi sintomi di affanno mi fermo,mi concentro sul respiro ma non risalgo di quota.Io mi trovo bene cosi' ma ci sono mille modi per risolvere i problemi,bisogna solo scegliere quello che a noi sembra il piu' sicuro.
Da non sottovalutare il tipo di attrezzatura utilizzata.
</div class="quote">

E' indubbiamente quello che faccio anche io se sono a una quota, per i miei limiti, ragionevole (diciamo 25-30 metri). Dopo i 50, anche con il miglior erogatore, è dura.... Del resto puoi trovare una conferma nel manuale trimix di questa didattica....
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

affanno in profondití  07/11/2010 21:41 #9

sei mai andato in affanno o hai solo ipotizzato uno scenario possibile?
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

affanno in profondití  07/11/2010 21:43 #10

  • poseidon
  • Avatar di poseidon
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 243
  • Ringraziamenti ricevuti 8
  • Karma: -4
Ti dico la mia, visto che ho vissuto un brutto episodio di persona per soccorrere un amico.

Distingui subito da:
1) "fiatone" cioè respirazione un po' accelerata (controllabile)
2) "vero affanno" (molto pericoloso)

E' ovvio che il vero affanno non si manifesta in 3 sec da una respirazione tranquilla. Cresce in vari stadi. Ma in caso di grosso problema, ti assicuro, che pur cercando di stare tranquilli e rilassati, il respiro degenera facilmente, soprattutto se sei a 50-55m ad aria.

La cosa fondamentale è SMETTERE ISTANTANEAMENTE L'ATTIVITA' MOTORIA.
Se sei andato in affanno per es per contrastare una fortissima corrente (sbagliatissimo), è impensabile che tu riesca a risolvere il problema se continui a pinneggiare.......non so se mi hai capito!!

E' anche ovvio che risalendo di quota, l'aria si fa meno densa e più facile da respirare; ma non è la prima cosa che devi fare.

1) smetti ogni attivití  fisica
2) concentrati nel respirare lentamente e profondamente (molto difficile) per non accumulare CO2
3) quando il respiro ed il battito si sono regolati, risolvi gli altri problemi.
4) eventualmente sali di quota

La cosa migliore comunque è conoscere al 100% le proprie sensazioni fisiche e PREVENIRE l'affanno.

Questo è quello che penso io, non è la "verití ", ma magari può esserti utile in futuro.

Ciao
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

affanno in profondití  07/11/2010 21:51 #11

  • danilotek
  • Avatar di danilotek
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 318
  • Karma: 1
ciao a tutti,
la gestione dell'affanno, dipende dal livello di affanno, se è di poca intensití  basta fermarsi e seguire la procedura che tutti conosciamo.
ma se il livello è veramente alto e le condizioni d'immersioni sono estreme e anche il solo fermarsi risulta difficoltoso, a questo punto è meglio tagliare la corda e risalire, specialmente quando si fanno immersioni in aria.
il fattore mentale comuncque ti aiuta e molto, ma la differenza come sempre la fa l'esperienza, la quale ti fa capire se veramente stai andando oltre il limite.
comuncque -50 mt. secondo me non sono pochi e se uno non ha esperienza puoi lasciarci la pelle.
purtroppo oggi basta fare 10 immersioni, forse anche meno e ti ritrovi gií  a queste quote.
<u>per quanto puoi studiare e simulare emergenze, non saranno mai come la realtí .</u>
buona serata a tutti.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

affanno in profondití  08/11/2010 10:50 #12

  • ling
  • Avatar di ling
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 372
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 0
.. naturalmente intendevo che è scarsamente ipotizzabile avere quell'autocontrollo, in particolare come è stato gií  ampiamente riportato ci sono scarsissime possibilití  di gestire il vero affanno "senza fermarsi per qualche minuto" ... per concentrarsi sulla giusta respirazione.

Aggiungerei solo un piccolo dettaglio di una certa importanza, in alcuni casi è possibile anche non accorgersi di stare in affanno.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.061 secondi

Traduttore