Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: GAP::scelta del modello decompressivo

GAP::scelta del modello decompressivo 08/06/2010 12:31 #1

  • wall-E
  • Avatar di wall-E
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 11
  • Karma: 0
Ciao a tutti,
probabilmente sto per fare una domanda ovvia ma dopo aver cercato un po' non ho trovato risposta.
Sto testando GAP con una immersione di prova a 60 mt tempo di fondo 20 o 30 minuti, usando aria e miscele decompressive EAN40 e Ossigeno 100%.
Usando settaggi di default nel primo caso usando RGBM ho un RT totale di 47' vs. 44' del neo-Haldane.
Nel secondo (30') RGBM = 71' vs. 74' di neo-H
Mi sembra che l'RGBM sia più favorevole in termini di tempo totale man mano che il tempo di fondo aumenti. Immagino dipenda dai diversi algoritmi.
Ora la mia domanda, spero non troppo idiota!
Dato che GAP mi mostra sempre contemporaneamente i due profili (RGBM e NH) devo dedurre che è un "invito" a scegliere quello con il RT minore oppure la mia scelta si deve basare sempre e comunque sulla decisione a priori di utilizzare un modello piuttosto che un'altro? Nel caso non capisco perché in GAP non sia opzionabile la visulizzazione di un solo modello, che risulterebbe più leggibile.
O forse non ci ho capito un c... ed è meglio che torno a settembre![:)]
Abbiate pazienza ma questo passaggio dalla ricreativa alla tecnica è un po' come ricominciare da 0.
Grazie
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

GAP::scelta del modello decompressivo 08/06/2010 16:04 #2

  • SoH
  • Avatar di SoH
  • OFFLINE
  • Senior Boarder
  • Messaggi: 56
  • Karma: 0

ciao ciao
La scelta del programma decompressivo e' legata a scelte ''religiose'' personali (io uso v-planner ), qualche minuto in piu' o in meno di deco non cambiano un granche', mi interessa di piu' il profilo generale della risalita.
Usa quello che ti piace piu' e che ti risulta piu' facile da usare.
Darcan99 (se leggera' questo mess)
sapra' darti informazioni dettagliate su gap
Saluti e buon divertimento

L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

GAP::scelta del modello decompressivo 08/06/2010 16:54 #3

  • Lorenzo
  • Avatar di Lorenzo
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1522
  • Ringraziamenti ricevuti 14
  • Karma: 3
sono d'accordo. non sono certo i 3' in + o in - (su oltre 70' totali) a fare la differenza.
certamente il profilo di risalita sarí  diverso nei due sistemi;
vedi quello che per le tue conoscenze ti piace maggiormente e usa quello.
Ti suggerirei anche di provare anche qualche profilo di immersione reale, (gií  fatta) per confrontare cosa hai fatto tu e cosa invece ti avrebbe fatto fare il software.
Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

GAP::scelta del modello decompressivo 08/06/2010 17:25 #4

  • darcan99
  • Avatar di darcan99
  • OFFLINE
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 34
  • Karma: 0
Ciao wall-E,
io uso GAP perchè mi piace l'impostazione e soprattutto il fatto che mostri 2 curve di 2 algoritmi differenti in contemporanea.

Per le mie immersioni preferisco basarmi sul RGBM poichè è un derivato del VPM più moderno rispetto ai modelli tissutali come il Buhlmann.

La scelta che ho fatto non è per i runtime corti bensí¬ perchè l'RGBM ti rallenta la risalita nelle tappe profonde e poi accorcia le tappe basse, il buhlmann invece ti dí  profili dove le tappe fonde sono corte e l'ultima tappa infinita.

Per immersioni in aria sia RGBM che Buhlman danno ottimi profili, tuttavia quando respiro il trimix preferisco seguire le indicazioni dell'RGBM poichè tappe fonde troppo veloci non sono indicate, inoltre stare un tempo eccessivo alla tappa dei 6 metri con l'ossigeno ti fa schizzare il CNS alle stelle e questo non va bene.

Sono pochi i computer moderni che usano l'RGBM o il VPM, mentre la maggior parte utilizza dei buhlmann modificati per compensare il fatto che le tappe fonde sono troppo corte o inesistenti.

Io non uso computer bensí¬ le tabelle calcolate con il GAP impostando l'RGBM con conservativismo +1, ultima sosta a -6m, più tutti i vari parametri per le velocití  di discesa e risalita, PpO2 etc...

Credo che il mostrare entrambe le curve su GAP sia un invito alla prudenza, ovvero quando su un algoritmo imposti parametri troppo estremi e i due profili si discostano parecchio questo deve far pensare un attimo.

scusami se mi sono dilungato un po troppo ma ci sarebbe da parlare per ore [:)]

saluti e buone immersioni
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

GAP::scelta del modello decompressivo 08/06/2010 20:21 #5

  • wall-E
  • Avatar di wall-E
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 11
  • Karma: 0
grazie sohH, Lorenzo! mi era ben chiaro che non sono i pochi minuti a far la differenza, é proprio un discorso di principio (o meglio di algoritmo). :-)
al di la della scelta "religiosa" cerco di capire un po' meglio le differenze tra i vari modelli.

Dario...altro che scusarti, ti ringrazio tantissimo, mi hai ben chiarito tanti aspetti che non comprendevo. Su consiglio del mio istruttore ho acquistato GAP e fino ad ora sto seguendo le tabelle di GAP con RGBM, velocití  di risalita e altri parametri come da didattica TSA.
Un'altra cosa che non ho capito molto bene è il parametro SIT nella schermata dei gas decompressivi. Dovrebbe essere il tempo per il cambio gas. Se imposto 1 come SIT mi fa cambiare miscela al raggiungimento della MOD mentre se imposto 0 mi fa cambiare miscela alla prima tappa deco (almeno nelle poche simulazioni fatte).
Esempio: www.walter.bz/files/sit_0.jpg e www.walter.bz/files/sit_1.jpg
Grazie ancora
Walter
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

GAP::scelta del modello decompressivo 09/06/2010 07:49 #6

  • darcan99
  • Avatar di darcan99
  • OFFLINE
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 34
  • Karma: 0
Il parametro SIT mi ha fatto sbattere la testa per parecchio, poi ho capito. SIT inserisce una pausa al momento del cambio gas, ora la tsa insegna che se non ci sono tappe obbligatorie puoi eseguire il cambio al volo, inoltre se tu setti il sit il tuo profilo deco cambia molto. Dal punto di vista decompressivo il sit e' una penale che pero' serve se vuoi gestire un ancora controverso fenomeno detto controddiffusione isobarica. Quando usi il trimix e cambi gas da una miscela ricca di elio e povera di azoto ad una ricca di azoto si dice che potrebbero insorgere delle mdd causate dalle differenti caratteristiche dei gas. Anche se il fenomeno e' tutto da dimostrare ci sono una serie di raccomandazioni da seguire tipo mantenere la variazione di pressione parziale dell'azoto sotto una certa soglia e al momento del cambio gas aspettare un tempo di adattamento di qualche minuto appunto il SIT. io sinceramente lo imposto a zero e ancora oggi sto leggendo per capire se sto fenomeno e' solo teorico o anche fisiologico. Se scendi ad aria nitrox e ossigeno ignora il SIT
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.034 secondi

Traduttore