Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Guerra e pace.

Guerra e pace. 03/11/2016 12:42 #1

  • manetta
  • Avatar di manetta
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • who dares wins
  • Messaggi: 363
  • Ringraziamenti ricevuti 8
  • Karma: 0
No, non intendo fare il verso a Lev Tolstoj, tranquilli, né, tantomeno, addentrarmi in disquisizioni filosofiche al riguardo. Solo alcune riflessioni banali, povere, terra terra, da gente qualunque. In questo periodo in cui si perdono amici in acqua, in cui assistiamo a vicende tragiche che travalicano il "quieto vivere", mi viene difficile postare "solo" di tuffi +o- belli, +o- difficili, +o- interessanti.

La guerra è sporca, lo sappiamo. Chiunque sano di mente anela vivere in pace.
La guerra è santa, dicono alcuni, necessaria, inevitabile, dicono altri. La pace è, a volte, difficile, quasi sempre imperfetta, iniqua, ma pur sempre migliore della guerra.
In guerra, si sa, sono sempre i più deboli a soccombere, le popolazioni civili ed inermi a sopportare le peggiori nefandezze giacché impossibilitate a difendersi adeguatamente, non basta certo aprire un'ombrello per ripararsi da una bomba sganciata chilometri sopra la tua testa. La guerra è una merda, uno schifo, eppure ho conosciuto personalmente, ai tempi, chi avrebbe dato "10 anni di vita per 5 minuti di guerra", in zone di guerra ci sono stato ed ho visto.
A volte è davvero "santa" e/o inevitabile, penso ad una guerra di liberazione del suolo nazionale, ad una guerra di difesa, se unilateralmente e proditoriamente attaccati ... certo non porgerei l'altra guancia, certo impugnerei l'arme senza indugio, mi batterei senza risparmio, ucciderei, se necessario, per difesa mia, dei miei cari, delle mie idee, di casa mia, la Patria. Ciò non toglie che sarebbe preferibile vivere in pace e risolvere, se possibile, i conflitti in altro modo, prima di far tuonare il cannone.
Le immagini rimandate dalle zone di guerra sembrano quelle delle zone terremotate, solo che il terremoto non possiamo evitarlo. Il terremoto è una calamití  naturale +o- distruttiva, ugualmente tragica per le popolazioni che lo subiscono e che si trovano catapultate in un attimo dal "quieto vivere" a "zona di guerra, di macerie", perdendo identití , lavoro, amici, familiari, averi e, purtroppo a volte, la vita stessa. In un attimo tutto, i tuoi averi, i tuoi ricordi, le tue cose vengono distrutte , sotterrate sotto cumuli di macerie, come in un bombardamento aereo.

In guerra vige la legge marziale, gli sciacalli vengono fucilati sul posto. Forse, a volte, bisognerebbe avere il coraggio di vivere la pace con la legge della guerra.
mai strach


l'Uomo non può scoprire nuovi oceani, se non trova il coraggio di perdere di vista la riva.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Guerra e pace. 12/11/2016 11:36 #2

  • superembolo
  • Avatar di superembolo
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 436
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
10 anni di vita per 5 min di guerra er maresciallo paroti bsm
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Guerra e pace. 12/11/2016 19:31 #3

  • manetta
  • Avatar di manetta
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • who dares wins
  • Messaggi: 363
  • Ringraziamenti ricevuti 8
  • Karma: 0
No, non parlavo del Mar. Parodi, ma di qualche "mezza calzetta" esaltata ... della serie "tutta bocca e distintivo".

Fucilati sul posto.
mai strach


l'Uomo non può scoprire nuovi oceani, se non trova il coraggio di perdere di vista la riva.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.066 secondi

Traduttore