Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Barotrauma seno frontale

Barotrauma seno frontale 13/05/2011 11:33 #1

  • octopus112
  • Avatar di octopus112
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 7
  • Karma: 0
Dopo una immersione in curva a 32 metri perfettamente riuscita e senza i problemi che potessero allertarmi, risalivo per effettuare la deep stop. Al termine continuavo la risalita per la tappa di rispetto quando a 6 metri un fortissimo dolore al seno frontale sx mi ha costretto a chiudere gli occhi e quasi a perdere l'orientamento.
Premetto che prima della discesa non accusavo alcun segno di raffreddore e / o affini!!! Ho ipotizzato un accumulo di muco di precedente (parecchi) raffreddore trascurato.
Riuscirò a risolvere il problema con un normale fluidifcante??
Qualcuno ha avuto esperienza simile??
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Barotrauma seno frontale 05/08/2011 09:55 #2

  • requin
  • Avatar di requin
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 634
  • Karma: 0
Ciao a tutti [:)]
Carissimo Riccardo, so di amici che hanno avuto problemi simili, a me in passato è capitato di avere le tube infiammate e con residui di muco e dovevo pure partire per un viaggio; ho visto uno specialista piuttosto preparato e non di quelli che ti dicono di non andare in acqua per due mesi, quando non è necessario e in una settimana ho risolto il problema.
Non è certamente una cosa grave, ma comunque da non sottovalutare; non sono medico e quindi non ti posso suggerire le tipologie di farmaci che conosco e che potrebbero risolvere il problema.
Ti consiglio di farti vedere da un otorino che conosca i problemi dei sub e che sia dotato di telecamera a fibre ottiche per l'esplorazione dei condotti; è un tubo che ti infilano nel naso e con il quale possono vedere tutte le cavití .
Quasi certamente si tratta di una banale infiammazione e da residui di muco e non è escluso che un semplice fluidificante possa risolvere il problema ma, a mio modesto parere, vedrei uno specialista.
Tantissimi cordiali saluti a tutti [:)][^][;)]
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: Barotrauma seno frontale 15/02/2012 19:54 #3

  • teruzzi
  • Avatar di teruzzi
  • OFFLINE
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 1
  • Karma: 0
:huh:

Ciao,comprendo benissimo il problema.
Dal momento della prima immersione, ho sempre sofferto di sinusite cronica (diagnosticata circa 4 anni fa), il medico comune (ORL) incluso, mi hanno sconsigliato la pratica profonda di immersioni. Parlando un sub medico mi ha indicato una possibile variante (che ho personalizzato), I miei profili sono profondi -50/60 m e con parecchia deco, ev. 65-70 immersioni al anno in laghi dal 2005 in maniera regolare. Da quel giorno ho adattato le mie risalite, effettuando, specialmente in momenti di "grosso bloccaggio sinuisale" tappe di deco più prolungate, per esemio effettuare la deco a -3 in meno di quella prevista, per es. deco a -6m, farla a -9m, quella a -3m, a -6m ... Sicuramente permanenza più lunga ma permette al setto nasale e ai seni di adattarsi meglio alla Pambiente (seguire le tappe da computer a volte è troppo rapido e sanguino un po al uscita del blu) sopratutto per immersioni che eccedono l'ora.
Se per caso riscontro il tuo problema, scendo di 3m e vengo su con calma, i computer subacquei moderni tengono conto della deco effettuata più profonda, i minuti passano ma molto più lentamente, ma passano.

Saluti
MT
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.068 secondi

Traduttore