Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Volume ventilato e assorbimento di gas

Volume ventilato e assorbimento di gas 13/06/2008 09:38 #1

  • Lorenzo
  • Avatar di Lorenzo
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1546
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 3
Ciao, in un altro forum, sto disquisendo su questo argomento:
Se a parití  di tempo e profondití  ho un consumo superiore alla mia media abituale,avrò un maggiore assorbimento di inerte? Se si, l'assorbimento potrebbe essere influente ai fini decompressivi o no?
Il mio parere è che "dovrebbe" essere ininfluente, dato che il tempo di emisaturazione del singolo tessuto non varia. E' anche corretto però dire che probabilmente l'aumento dei consumi è dovuto ad un aumento del lavoro muscolare/pulsazioni, etc, per cui arriverí  ai tessuti un maggiore quantitativo di inerte.
Spero di essere stato chiaro, attendo i vostri pareri.
Lorenzo

P.S.: se poi "qualcuno" avesse l'indirizzo mail del Prof. Longobardi....
Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Volume ventilato e assorbimento di gas 13/06/2008 09:58 #2

  • ling
  • Avatar di ling
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 372
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 0
Ciao Lorenzo, non sono esperto come la maggior parte di voi, ma penso che partendo dal concetto di capacití  polmonare invariabile a quota prestabilita, a meno di eseguire respiri più profondi a causa di uno sforzo specifico, il maggior consumo dipenda necessariamente dall'effettuare un numero di inspirazioni maggiori a parití  di tempo, ciò però non implica automaticamente un maggiore assorbimento, pertanto, concordo con te circa l'ininfluenza.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Volume ventilato e assorbimento di gas 16/06/2008 23:31 #3

  • Baron Gautsch
  • Avatar di Baron Gautsch
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 560
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: -1
Ciao Lo[:)] Argomento molto interessante.

Il numero di atti respiratori è legato, come noto, alla concentrazione di CO2 nel sangue venoso, questa varia con il lavoro muscolare essendo un prodotto del metabolismo cellulare.

La quantití  di inerte trasportato dipende da questi parametri: percentuale del gas in esame nella miscela che respiriamo, pressione paziale di questo gas (quindi dipendente dalla pressione ambiente), valore di solubilití  del gas nel sangue.Il gradiente di pressione che si crea tra il gas negli alveoli e quello presente nel sangue è la forza che fa passare le molecole di gas in circolo. Il sangue non è saturo. Sia xkè generalmente cede l'inerte ai tessuti che raggiunge, in quantití  ovviamente variabile in base al valore di diffusione / perfusione del gas in questione nel determinato tessuto.Sia perchè non abbiamo trascorso abbastanza tempo x saturare i tessuti e il sangue stesso.

A questo punto un alto numero di atti respiratori, rinnovando con più frequenza la miscela presente nei polmoni, mantiene alta la "spinta" gradiente che determina il fenomeno detto. Il sangue, a meno di aver raggiunto la saturazione (cioè i tessuti sono in equilibrio dinamico con l'ambiente circostante) trasporterí  più inerte e questo si diffonderí  maggiormente o più rapidamente (a seconda di quale fenomeno prevale e dal tempo di esposizione) nei tessuti.

In ultimo c'è da aggiungere che l'attivití  fisica favorirebbe la creazione di micronuclei gassosi (DAN) responsabili di un maggior patrimonio di bolle nel sub (fase disciolta dell'assorbimento di inerte).

L'emisaturazione invece è confrontabile a PP parziale costante del gas: se varia la profondití , varia la PP gas e l'assorbimento, analogamente se aumenta la % (frazione) di gas nel sangue x l'aumentata frequenza respiratoria, avrò lo stesso risultato di aumento di PP gas.

Conclusione: occhio agli sforzi prolungati e all'affanno in profondití [:)]
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Volume ventilato e assorbimento di gas 20/06/2008 12:21 #4

  • Lorenzo
  • Avatar di Lorenzo
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1546
  • Ringraziamenti ricevuti 15
  • Karma: 3
Grazie Armando, come sempre preparato e preciso.
Però, devo dire che ho letto diversi pareri, e non tutti concordi su quanto il volume di gas ventilato possa incidere sull'assorbimento.
Mi resta quindi il dubbio...
Mah...?
Niente di quello che ho scritto è vero, sono uno che dice sempre bugie.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.050 secondi

Traduttore