Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: MCCR in alta profondità

MCCR in alta profondití  24/08/2011 16:25 #1

  • Baron Gautsch
  • Avatar di Baron Gautsch
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 560
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: -1
carissimi,
avrei piacere di sentire la vostra su questo problema.

Un MCCR tipo KISS o COPIS MEGALODON o altri simili sono basati sull'alimentazione a flusso di massa costante dell'O2 che l'utilizzatore integra in base al suo consumo metabolico (detta in due parole [:I] )

come saprete l'uso di un REB MCCR, cioè ad addizione manuale dell'O2, alimentato da un primo stadio sigillato (= che non compensa la pressione ambiente) è limitato dalla IP pressione intermedia del primo stadio. Senza entrare troppo nei dettagli della creazione e mantenimento di un flusso sonico in un ugello, quello che serve di sapere è che questo diminuisce oltre un dato valore del rapporto IP/PA fino ad azzerarsi quando IP=PA (PA pressione ambente). Se il primo stadio non fosse sigillato la IP crescerebbe in profondití  e cosí¬ il flusso superando il consumo metabolico del sub (forte rischio iperossia)

a questo link ad esempio trovate il grafico del decadimento del flusso di una valvola CMF (a flusso di massa costante) www.hydrogom.com/Products/cmf.htm

Il problema lo chiarisco con un esempio: con una IP di 9 bar il flusso si azzera a ca 80mt. E se volessi andare + giù? [;)]

Sono possibili tre soluzioni:
(1) aumento della pressione intermedia IP e riduzione della dimensione dell'ugello (altrimenti vi dí  troppo O2 in acqua bassa[:(])
(2) alimentazione alternativa in profondití  del circuito dell'O2 con valvola di addizione dell'O2 (no flusso solo premi pulsante e immette o2) con 1 stadio non sigillato che non dí  problemi di profondití  - rimunciando però al flusso costante
(3) riduzione preventiva della IP mantenendo invariato l'ugello e permettendo al 1 stadio la compensazione, in modo da compensare con una iniziale IP più bassa l'aumento che ci sarí  in alta profondití 

Avete preferenze d'uso[?] Avete notizie di una scelta migliore di un'altra[?]
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

MCCR in alta profondití  25/08/2011 21:40 #2

Ciao
Il rebreather Pegasus monta il primo stadio non sigillato, infatti uno dei motivi principali di questa scelta è che per aumentare la profondití  devi regolare il primo stadio a pressioni maggiori, e modificare poi il flusso(soluzione 1), mentre il modello non sigillato se il primo stadio viene tenuto a una pressione molto basso(circa 4,5) e il regolatore di flusso funziona bene, all'aumentare della pressione esterna si ribilancia con un aumento di quella interna della macchina tenendo costante il flusso.
Pegasus è stato testato fuori dall'acqua con pressioni intorno ai 20 bar e in acqua a profondití  abbastanza interessanti con un ottimo risultato , profondití  costante = PO2 costante.
Thecnical Cave Instructor Trainer
Rebreather CCR Instractor Trainer
Trimix Trainer instructor

www.massimilianopellegrini.it
www.rebreatherpegasus.com
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

MCCR in alta profondití  26/08/2011 01:39 #3

  • Baron Gautsch
  • Avatar di Baron Gautsch
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 560
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: -1
ciao massimo è sempre un piacere sentirti e parlare di MCCR e non è detto che non si possa lavorare a qualche progetto insieme in TSA (sempre e solo sulle nostre creature MCCR [;)])

La soluzione è interessante, queste e altre le sto anche discutendo su rebreather world a questo thread

www.rebreatherworld.com/diy-do-it-yourse...7-mccr-in-depth.html

Hai testato quanto scende il flusso in deco in acqua bassa (9-6mt) [?] con che frequenza devi aggiungere O2 diciamo a 1.3 1.4 come setpoint ai 6 mt[?]

Alcuni su quel forum propongono l'uso della valvola a spillo del Pelagian , ma a me cambiare il flusso sott'acqua, da vecchio utilizzatore di SCR, non va tanto a genio tu che ne pensi?

PS il manuale del pelagian con la spiegazione della loro valvola a spillo e a flusso costante l'ho caricato sul mio sito,
ecco il link per leggere le loro scelte di progetto

www.extremediving.it/download/category/1-manuali-rebreathers

L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

MCCR in alta profondití  29/08/2011 17:46 #4

Ciao
si ho fatto parecchi Test, intorno ai 6 mt. se ho parecchia deco devo correggere ogni 3/4 minuti poi si stabilizza.
Per immersioni non impegnative a profondití  costante con sforzo normale è presochè costante.
Anche il mio regolatore di flusso è fatto con uno spillo conico basculante.
Mentre per modificare il flusso in acqua sono abbastanza contrario, lo ritengo azzardato.....
Se hai in mente qualche progetto io sono sempre disponibile.
A breve stò preparando delle macchine da far provare.... ultime generazioni del Pegaso II.
Thecnical Cave Instructor Trainer
Rebreather CCR Instractor Trainer
Trimix Trainer instructor

www.massimilianopellegrini.it
www.rebreatherpegasus.com
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

MCCR in alta profondití  29/08/2011 19:10 #5

  • Baron Gautsch
  • Avatar di Baron Gautsch
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 560
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: -1
mi sembra un'ottima soluzione se, come dici dai tuoi test, l'intervento è ogni 4 - 5 min in acqua bassa.[:)]

Anch'io sono contrario a modificare il flusso con la valvola a spillo in immersione come sul REB Pelagian, mi sembra un bel rischio, è un intervento privo di misure preventive e di cui è difficile valutare le conseguenze sul flusso sott'acqua a -100mt [:(][xx(][xx(][xx(]

Altre soluzioni rimaste, scartata la valvola a spillo regolabile in immersione, oltre ovviamente alla tua che è ok, la scelta di aumentare l'IP e ridurre la sezione dell'ugello e questo è abbastanza tranquillo. Oppure realizzare un doppio circuito per l'O2 con un rubinetto ad H sul bombolino e un altro primo stadio non sigillato che alimenta una MAV normale (manual addition valve) oltre a quello sigillato che alimenta la valvola CMF (constant mass flow).

Dammi qualche giorno e ti contatto in privato [;)]
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

MCCR in alta profondití  10/12/2011 10:34 #6

  • poseidon
  • Avatar di poseidon
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 242
  • Ringraziamenti ricevuti 8
  • Karma: -4
Premetto che per ora non sono mai sceso sotto i fatidici 80-90m con l'mCCR, quindi parlo solo in via teorica.
Vedo 3 soluzioni:
1) usare primo stadio sigillato con IP elevata e regolatore di massa con orifizio più piccolo.
Ho trovato il produttore O'Keef del COPIS e c'è solo l'imbarazzo della scelta. Credo però che con fori sempre più piccoli insorga il problema di possibili ostruzioni.
Penso si debbano anche sostituire le varie fruste x sopportare pressioni superiori.
2) adozione manuale sotto gli 80-90m da primo stadio non sigillato, ma non di O2 puro (che ritengo troppo pericoloso), ma di una miscela ricca di ossigeno e con la stessa percentuale di He del diluente, per non alterare la frazione totale di He nel circuito.
Per es: se uso un diluente 10/70, sotto gli 80m immetto gas manualmente da un bombolino di 30/70.
3) soluzione più costosa: integro mCCR con un eCCR.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
Tempo creazione pagina: 0.070 secondi

Traduttore