Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: scelta erogatore

scelta erogatore 07/09/2008 06:42 #19

  • zootte2
  • Avatar di zootte2
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 594
  • Karma: 0
Ciao A tutti,
be andre, stiamo parlando del 5 non che il kirby Morgan Italiano, e non e poco, per il mio parrere consiglio sempre Kriby Morgan erogatore sempre perfetto e affidabile
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

scelta erogatore 08/09/2008 17:20 #20

  • roche
  • Avatar di roche
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 457
  • Karma: 0
Oscar, è ormai nota a tutti la tua passione per il Kirby (che fra l'altro ha contagiato diversi amici lacustri..)

mai detto che il kirby non sia un bel giocattolo, però per quello che costa, vado a fare una settimana a sharm (tuffi compresi!!)

dato che non sono gli erogatori quelli che mancano...però il MarK5 è un'altra cosa, è più uno sfizio.

x Super, quando hai tempo mi mandi (MP) uno scatto del "bimbo" e una quotazione? grazie

PS: ragazzi ho fatto una scorpacciata di birra, wí¼rstel, carne, etc! e non ho avuto problemi di risalita rapida... sono stato però attento: prima del volo mi sono fermato ad un litro...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

scelta erogatore 09/09/2008 19:15 #21

Ciao a tutti
Va be dico la mia anche io. Per la mia esperienza ho riscontrato che pochissimi erogatori "vanno male", infatti penso che tutti vengano progettati, molto probabilmente, per funzionare bene. Sicuramente ci sono in commercio delle egrege ciofeche dalle quali non riesci a cavare gas neanche se gli metti dentro 100 atm. ma, credo, che siano decisamente "incidenti di percorso" ed ogni produttore ha il suo scheletrino nell armadio, basta verificare per quanto tempo lo tengano in produzione, più dura e ragionevolmente meglio va. Il costo, parere mio, non identifica la qualití  ma, penso, sia dettato più da costi di ricerca, prove e sicuramente molto di più da esigenze commerciali. Volete mica dirmi che un 190 costi (costi puri alla produzione) un terzo ( credo) di un 650 ( scubapro), abbiate pazienza ma io, non ci credo e cosí¬ dicasi per tutti gli altri produttori. Senza contare che, suppongo, molti potrebbero anche essere prodotti in oriente.
Viceversa io porrei molta attenzione alla revisione e regolazione dell' erogatore, dobbiamo pensare che per revisionare e tarare bene un erogatore ci vuole parecchio tempo e una pazienza certosina del tecnico. Qualcuno per renderlo veramente "leggero" ti fa letteralmente impazzire solo perchè magari le molle hanno carichi molto diversi tra una e l' altra e/o qualche altro ricambio non è propriamente rispondente agli standard originali di progettazione. Da qui, in uno stesso modello di erogatore, ne troviamo uno che funziona perfettamente e magari un altro che stenta a darti aria. Io penso che, a parte qualche "cefalo" conclamato, il grande trucco sia una taratura perfetta. Personalmente scendo quasi sempre con erogatori di cui ometto le marche ma che si trovano normalmente in noleggio in quasi tutti i diving per le solite immersioni rec, e chi mi conosce lo sa bene, l' unica cosa è che me li revisiona un tecnico di grande fiducia e capacití  il quale perde anche 2 ore per ottenere il meglio.
Non credo valga la pena di spendere un sacco di 100 euri per qualche determinata marca strana tanto, i problemi, ci sono a casa di tutti e poi bisogna assolutamente tenere conto dei costi di revisione e della reperibilití  dei ricambi, più la marca è altisonante e più paghi la manutenzione. Spendere meno all acquisto e revisionare meglio e più spesso.
Mi astengo dal parlare di marche "di moda" fino a qualche anno fa quasi sconosciute e che ora vanno x la maggiore...bha !!!
pace e bene
Il mono e' pieno di fenomeni......mancano i circhi !
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

scelta erogatore 09/09/2008 20:50 #22

  • kronio
  • Avatar di kronio
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 417
  • Karma: 0
<div class="quote"><i>Messaggio di Dody-Edoardo Pasini</i>
<br />Ciao a tutti
Va be dico la mia anche io. Per la mia esperienza ho riscontrato che pochissimi erogatori "vanno male", infatti penso che tutti vengano progettati, molto probabilmente, per funzionare bene. Sicuramente ci sono in commercio delle egrege ciofeche dalle quali non riesci a cavare gas neanche se gli metti dentro 100 atm. ma, credo, che siano decisamente "incidenti di percorso" ed ogni produttore ha il suo scheletrino nell armadio, basta verificare per quanto tempo lo tengano in produzione, più dura e ragionevolmente meglio va. Il costo, parere mio, non identifica la qualití  ma, penso, sia dettato più da costi di ricerca, prove e sicuramente molto di più da esigenze commerciali. Volete mica dirmi che un 190 costi (costi puri alla produzione) un terzo ( credo) di un 650 ( scubapro), abbiate pazienza ma io, non ci credo e cosí¬ dicasi per tutti gli altri produttori. Senza contare che, suppongo, molti potrebbero anche essere prodotti in oriente.
Viceversa io porrei molta attenzione alla revisione e regolazione dell' erogatore, dobbiamo pensare che per revisionare e tarare bene un erogatore ci vuole parecchio tempo e una pazienza certosina del tecnico. Qualcuno per renderlo veramente "leggero" ti fa letteralmente impazzire solo perchè magari le molle hanno carichi molto diversi tra una e l' altra e/o qualche altro ricambio non è propriamente rispondente agli standard originali di progettazione. Da qui, in uno stesso modello di erogatore, ne troviamo uno che funziona perfettamente e magari un altro che stenta a darti aria. Io penso che, a parte qualche "cefalo" conclamato, il grande trucco sia una taratura perfetta. Personalmente scendo quasi sempre con erogatori di cui ometto le marche ma che si trovano normalmente in noleggio in quasi tutti i diving per le solite immersioni rec, e chi mi conosce lo sa bene, l' unica cosa è che<font color="red"> me li revisiona un tecnico di grande fiducia e capacití  il quale perde anche 2 ore per ottenere il meglio. </font id="red"> Non credo valga la pena di spendere un sacco di 100 euri per qualche determinata marca strana tanto, i problemi, ci sono a casa di tutti e poi bisogna assolutamente tenere conto dei costi di revisione e della reperibilití  dei ricambi, più la marca è altisonante e più paghi la manutenzione. Spendere meno all acquisto e revisionare meglio e più spesso.
Mi astengo dal parlare di marche "di moda" fino a qualche anno fa quasi sconosciute e che ora vanno x la maggiore...bha !!!
pace e bene
</div class="quote">

Messa a punto da Formula Uno!
Ciao Dody........
Angelo
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

scelta erogatore 10/09/2008 10:50 #23

  • ling
  • Avatar di ling
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 372
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 0
Ciao Dody e & , concordo in pieno. Io ho tutti gli strumenti per la taratura del 1° e 2° stadio dei miei erogatori nonchè i set di ricambio per la revisione semestrale ed annuale, ogni tanto faccio delle prove ma ancora oggi, periodicamente li porto a revisionare nel centro autorizzato.
Saluti, Lino.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

scelta erogatore 10/09/2008 13:08 #24

  • superembolo
  • Avatar di superembolo
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 436
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
sono punti di vista,personalmente anche io credo che per le immersioni che fanno la maggior parte dei sub vadano quasi tutti bene, cmq non scenderei mai per una immersione intorno ai 100 con un primo erogatore ocen reef,e un secondo gressi fx, si prendono completi di manometro tutti e due a meno di 250 euro. Poi anche se ben revisionati secondo il mio discutibile punto di vista restano due cazzate che possono andar bene in piscina.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.055 secondi

Traduttore