Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: INTRODUZIONE ALLA RATIO DECO.

Re: INTRODUZIONE ALLA RATIO DECO. 28/02/2012 23:00 #7

  • diveitaly
  • Avatar di diveitaly
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 177
  • Ringraziamenti ricevuti 7
  • Karma: 0
Personalmente non ho letto il libro, pero' ho avuto occasione di farmi spiegare le basi matematiche e il metodo di utilizzo della RD , e alcune volte l'ho utilizzata in immersione. Diciamo che cosí¬ com'è la didattica TSA male gli si adatta. La ratio deco richiede una standardizzazione spinta dei gas da immersione in pratica devi perforza usare fra due gas di fondo per ogni ratio , e sei obligato ad usare i gas da deco previsti dal ratio che scegli..Il sistema funziona perfettamente se utilizzato coi gas previsti e nei modi previsti dall'ideatore, tutto sommato è un sistema molto ben collaudato ed affidabile. I GUE/DIR ed altre didattiche a loro ispirate la usano da molti anni e con ottimi risultati.Dalla mia esperienza posso dirvi che funziona molto bene ,anche se obbliga ad una programmazione diversa dell'immersione per chi con le tabelle TSA o IANTD e molti computer tendono ad usare deco classiche buhlmann con spostamento delle deco verso il ceiling e l'utilizzo di best mix per il fondo e miscele deco non standardizzate... con la ratio deco i gas decompressivi sono ossigeno ean 50 e nelle ratio 2 o superiori anche heliox , dimenticate gli ean30 ean 40 l'aria e menate del genere.Le deco vengono spalmate piu' in profondita e con un profilo ad esse , quindi anche la programmazione deve tenere conto di consumi di gas di fondo in risalita e gas decompressivi leggermente diversi, inoltre è obbligatorio l'uso in un team con tutte le persone con gli stessi gas e lo stesso profilo,pena la decadenza delle piu' elementari regole di sicurezza.Complessivamente il mio giudizio è molto positivo a patto che si rispettino tutti i presupposti elencati.
<°)((((((>< DIVEITALY ><))))))(°>
Ultima modifica: 28/02/2012 23:01 da diveitaly.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: INTRODUZIONE ALLA RATIO DECO. 29/02/2012 07:54 #8

  • Paolino79
  • Avatar di Paolino79
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 296
  • Ringraziamenti ricevuti 3
  • Karma: 2
diveitaly ha scritto:
.Le deco vengono spalmate piu' in profondita e con un profilo ad esse , quindi anche la programmazione deve tenere conto di consumi di gas di fondo in risalita e gas decompressivi leggermente diversi, inoltre è obbligatorio l'uso in un team con tutte le persone con gli stessi gas e lo stesso profilo,pena la decadenza delle piu' elementari regole di sicurezza.Complessivamente il mio giudizio è molto positivo a patto che si rispettino tutti i presupposti elencati.

Non mi sembra che usando un software deco come puo essere vplalner non posso pianificare e stampare su tabella un profilo ad "esse".

Usando tabelle/computer i miei buddy avranno gli stessi gas non mi sembra una cosa eslusiva della ratiodeco.

A mio modesto parere non capisco quale sia la reale necessití  di doversi ricordare e impicciare a fare conti e conticini pure sott'acqua... due computer due tabelle pure una di scorta non sono sufficienti?
Non rispondermi ma affidi la vita ad freddo computer.... e altre cose del genere.....
O può essere che mi sfugge qualcosa :) :)
ciauz B)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: INTRODUZIONE ALLA RATIO DECO. 29/02/2012 10:35 #9

  • diveitaly
  • Avatar di diveitaly
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 177
  • Ringraziamenti ricevuti 7
  • Karma: 0
Beh insomma sono tanti anni che mi immergo e mi capita a volte di vedere gente che scende in gruppo con gente che ha gas diversi con deco diverse....capita sovente dove scendono riscreativi con aria e nitreox ad esempio. Tra certe didattiche invece questo non succede, non ho mai visto un DIR che scende con gas diversi ma non solo loro... Per i software uso il decoplanner, io scendo in TMX solo con profondimetri e tabelle da me preparate col decoplanner e non ho mai avuto problemi.Ovvio che per sfruttare al massimo il beneficio del profilo ad esse devi usare i gas giusti e fare i cambi gas alle quote giuste.... altrimenti esce una porcata.Gli algoritmi del diveplanner sono ottimizzati per l'uso con le miscele standard DIR, anche se comunque gli puoi impostare tu qualsiasi miscela.
<°)((((((>< DIVEITALY ><))))))(°>
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: INTRODUZIONE ALLA RATIO DECO. 29/02/2012 10:43 #10

  • diveitaly
  • Avatar di diveitaly
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 177
  • Ringraziamenti ricevuti 7
  • Karma: 0
Dimenticavo..... lo scopo è che certe didattiche non usano volutamente i computer proprio per evitare lo sfaldamento del team in deco, in quanto coi computer sfido chiunque a fare un gruppo di 4 e dopo la medesima immersione in risalita evere tutti esattamente la stessa deco da fare .... è impossibile!secondo, i computer possono guastarsi.
Quindi adesso ho spiegato perchè no i computer, ora ti spiego perchè la decofly è meglio delle tue tabelle.Con le tue tabelle , te le devi portare in tasca, possono perdersi, oppure per un qualsiasi motivo, ad esempio una perdita di gas o della bombola di deco devi interrompere molto prima e devi poter uscire in sicurezza al piu' presto, l'unica soluzione è ricalcolare la deco con un sitema semplicissimo.Col tuo sistema andrai se sei fortunato in camera iperbarica. Ooooppsss!
<°)((((((>< DIVEITALY ><))))))(°>
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: INTRODUZIONE ALLA RATIO DECO. 29/02/2012 11:01 #11

  • Paolino79
  • Avatar di Paolino79
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 296
  • Ringraziamenti ricevuti 3
  • Karma: 2
diveitaly ha scritto:
Dimenticavo..... lo scopo è che certe didattiche non usano volutamente i computer proprio per evitare lo sfaldamento del team in deco, in quanto coi computer sfido chiunque a fare un gruppo di 4 e dopo la medesima immersione in risalita evere tutti esattamente la stessa deco da fare .... è impossibile!secondo, i computer possono guastarsi.
Quindi adesso ho spiegato perchè no i computer, ora ti spiego perchè la decofly è meglio delle tue tabelle.Con le tue tabelle , te le devi portare in tasca, possono perdersi, oppure per un qualsiasi motivo, ad esempio una perdita di gas o della bombola di deco devi interrompere molto prima e devi poter uscire in sicurezza al piu' presto, l'unica soluzione è ricalcolare la deco con un sitema semplicissimo.Col tuo sistema andrai se sei fortunato in camera iperbarica. Ooooppsss!

Si può succedere che si possono essere diver con miscele diverse

Una volta che hai sposato un profilo deco e te lo sei scritto da qualche parte perché devo ricorrere alla deco meno.?
Se il computer si guasta ho il profondimetro di scorta o un altro computer
Se perdo la tabella ne ho un'altra di scorta
Sulla tabella ci sono diversi scenari di immersione quindi se stacco primo sono coperto
Se perdo il gas deco ho una tabella e gas a sufficienza per poter finire il tuffo
Tutto questo beneficio, personalmente ad usare la deco menmonica non lo vedo... certo male non fa sapersi ricalcolare un profilo ma non e' fundamental! :P

Poi visto che ti piace tanto la deco meno perche non la usi? A quanto scrivi , invece ti fai la tabella pure te. :whistle:
I conti li faccio tutti i giorni a lavoro almeno la domenica stacco! :woohoo:
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: INTRODUZIONE ALLA RATIO DECO. 29/02/2012 12:04 #12

  • diveitaly
  • Avatar di diveitaly
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 177
  • Ringraziamenti ricevuti 7
  • Karma: 0
La deco on the fly non sostituisce le tabelle precedentemente programmate , ma è un valido strumento se lo sai usare , allo scopo esistono corsi specifici , la UTR ne fa' ad esempio, per non dover nominare la solita didattica. Lo scopo inoltre è di non andare sott'acqua con doppioni di cose perfettamente inutili e che possono solo creare impiccio.Comuque se ti piace trovare risposte alle 1000 domande che ti possono sorgere, visto che non voglio elevarmi a professore di alcunchè , ti puoi scaricare dalla FIPSAS i nuovi manuali , vedrai che capirai molte cose.. ... Capirai innanzitutto che molti aspetti che a te possono sembrare assurdi o inutili hanno un preciso scopo se messi in relazione al resto dell'attrezzatura e al modo di immergersi, rispecchiando sempre la regola del minimalismo dell'attrezzatura, tutta concepita ad avere il minimo di cose che si possono rompere o creare impaccio e a scendere col massimo della efficienza e ridondanza in qualsiasi situazione, parete relitto o grotta.Il mio consiglio ,molta gente si sta aggiornando , oltre ad incrementare il proprio bagaglio culturale che male non fa , ti permette poi di andare in acqua con gente che utilizza questo sistema, diversamente non ci puoi andare con loro.
<°)((((((>< DIVEITALY ><))))))(°>
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
Tempo creazione pagina: 0.058 secondi

Traduttore