Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3

ARGOMENTO: quesito legale

quesito legale 01/06/2010 16:25 #7

  • lsbassoli
  • Avatar di lsbassoli
  • OFFLINE
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 31
  • Karma: 0
Grazie Orso Grigio e a tutti gli altri per la chiarezza dei consigli; chiederò con insistenza al mio buddy di adeguarsi,anche se mi spiace tantissimo dover rinunciare ad immergermi con lui; Grazie per la precisazione che hai fatto di dichiararsi come dive solo in caso in cui ci si trovi con compagni occasionali, anche se credo che sia dura spiegarlo ad un giudice. Cosa ne pensate se aggiungo che mi è capitato anche di trovarmi in barca con un diving (che poi ho escluso dalla mia lista) che una volta arrivati sul punto di immersione hanno composto le copie fatto il breefing ma non hanno guidato l'immersione, per cui mi sono trovato nella spiacevole situazione di non conoscere il compagno e non avere l'esatta conoscenza del suo grado di brevetto. In questo caso si può configurare una responsabilití  del diving o no in quanto comunque nessuno si è rifiutato di entrare in acqua? continuo con i quesiti perchè ritengo sia utile fare chiarezza su comportamenti che si verificano moltodi frequente e che spesso non consideriamo dal punto di vista della responsabilití  legale.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

quesito legale 01/06/2010 17:11 #8

  • ORSO GRIGIO
  • Avatar di ORSO GRIGIO
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 224
  • Ringraziamenti ricevuti 1
  • Karma: 0
Dipende dal tipo di servizio pattuito; se doveva essere guidata dalla guida del diving e ciò non è avvenuto, io mi sarei un pò incazzato (a meno di causa forza maggiore) e comunque sarei andato (se in grado) per conto mio scaricandomi e scaricando gli altri da responsabilití . Saluti
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

quesito legale 01/06/2010 17:44 #9

  • lsbassoli
  • Avatar di lsbassoli
  • OFFLINE
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 31
  • Karma: 0
Grazie mille Orso Grigio sempre chiarissimo. Ciao
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

quesito legale 01/06/2010 18:08 #10

  • poseidon
  • Avatar di poseidon
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 247
  • Ringraziamenti ricevuti 8
  • Karma: -4
Grazie. Non si finisce mai di imparare.
Quindi meglio soli che mal accompagnati, come ho sempre sostenuto.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

quesito legale 01/06/2010 23:21 #11

  • Baron Gautsch
  • Avatar di Baron Gautsch
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 560
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: -1
La situazione è complessa e va esaminata nei singoli casi.

Per primo discutiamo il caso dell'accompagnatore retribuito(guida istruttore etc) qui si tratta dello svolgimento di un'attivití  professionale, anche a prescindere dalla oscillante normativa regionale in Italia, svolta nell'ambito di un rapporto contrattuale ove non è necessaria la forma scritta, basta cioè la "pattuizione" anche verbale del servizio e del compenso. Ovviamente il professionista assume nel suo operato tutte le responsabilití  civili e soprattutto penali del suo comportamento. Se svolge un'immersione superando i limiti del brevetto del sub (di cui ha l'obbligo di accertarsi!) a prescindere dalla violazione dell'adempimento contrattuale, nel caso di incidente risponderebbe del reato di lesioni colpose 590 Codice penale dovuto a seconda dei casi a negligenza, imprudenza, imperizia. Il comportamento sarebbe valutato dal giudice in base alle modalití  normali di svolgimento della professione in situazioni simili, ovvero con l'"agente modello" come si sarebbe comportato nella stessa situazione un "istruttore modello"[?]: credo sarebbe molto difficile difendere in giudizio una tale violazione di standard e limiti di immersioni/profondití  per il dato brevetto.[xx(][xx(]

Fuori dall'attivití  professionale: per aversi la responsabilití  del sub più esperto deve verificarsi il cd "affidamento" ossia io, sub meno esperto, fatto noto al mio compagno, mi affido a questo per svolgere un'immersione oltre il mio addestramento. Notate bene che l'affidamento oltre che espresso (mi porti a fare quel tuffo? OK basta che tu faccia esattamente quello che ti dico e ti indico) è sufficiente che sia solo implicito. Cioè nel caso il giudice valuterebbe il fatto che naturalmente il sub meno esperto si affidi all'altro e che quest'ultimo abbia organizzato, pianificato e condotto di fatto l'immersione. In questa situazione non sussistono le responsabilití  contrattuali ovviamente, ma quelle civilistiche risarcitorie e quelle penalmente rilevanti (come sopra 590CP). Qui possiamo far rientrare il caso di immersione in coppia con sub sconosciuto: se decidiamo di scendere oltre la quota di brevetto e guidiamo il nostro compagno ne assumiamo immediatamente l'"affidamento" di fatto, con tutte le responsabilití  gií  citate.

ALtra situazione la mancanza di affidamento scendo dalla barca e vado a 50mt con un mio compagno di immersione, un sub perfettamente sconosciuto, che si sta immergendo con un altro gruppo, spontaneamente e in modo autonomo e individuale mi segue fino alla quota. Qui il mio unico obbligo nel caso di problema, per cui sarei penalmente sanzionabile nel caso non lo facessi, è di attivarmi per prestargli soccorso 593 codice penale 2 comma per chi non presta soccorso a persona ferita o in pericolo. Punto! del resto problemi suoi (ok abbiamo una coscienza![;)]..)

Vediamo un ultimo aspetto, se il sub dell'esempio precedente da una quota rec diciamo 30 mt, procedesse verso gli 80 mt con un monobombola ad aria avrei l'obbligo di seguirlo e fermarlo se ormai mi sopravanza nel nuoto, arrivando anch'io a quella profondití  in configurazione/miscela pericolosa x la mia vita? No! (a parte scelte personali) per l'esimente dell'art 54 CP: potrei esimermi dal soccorso nel caso di un pericolo grave e immediato alla mia persona non da me provocato e non altrimenti evitabile come sarebbe appunto raggiungere quella quota senza le dotazioni necessarie. Questa esimente si applica in modo analogo all'immersione in coppia con compagno, anche in caso di affidamento (vedi sopra) se questo autonomamente e in grado di determinarsi come scelta della sua volontí  decidesse di scendere a profondití  superiore a quella pattuita nonostante facessi di tutto x impedirglielo e dissuaderlo: caso tipico del sub che trascura completamente le indicazioni della guida mentre questa nn solo nel briefing, ma anche in acqua e davanti al gruppo faccia il possibile per farlo rimanere in condizioni di sicurezza

Questo è il quadro giuridico normativo in Italia; per altri paesi potrebbe essere diverso, ma nn vi so dare informazioni a riguardo[:(]
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

quesito legale 02/06/2010 14:21 #12

  • lsbassoli
  • Avatar di lsbassoli
  • OFFLINE
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 31
  • Karma: 0
Mille grazie anche a te Armando molto preciso, non mi resta che OBBLIGARE il mio compagno ad adeguarsi nel brevetto....o scegliere un altro compagno.
buone bolle a tutti
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3
Tempo creazione pagina: 0.062 secondi

Traduttore